Sicuro di stare pagando il giusto per la tua badante?
Sicuro di stare pagando il giusto per la tua badante?
DoEmploy
14 ottobre 2022

Sicuro di stare pagando il giusto per la tua badante?

Abbiamo già visto in un altro articolo i rischi di far lavorare un collaboratore domestico (come badante, colf, babysitter) in nero.

Il datore di lavoro però, anche se ha fatto firmare un contratto, ad esempio alla badante, corre sempre il rischio di una vertenza se il rapporto di collaborazione non segue quanto previsto dal CCNL vigente in tema di lavoro domestico (Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico).

Analizziamo quindi i motivi che possono portare una badante - sempre usando come esempio una badante, anche se gli argomenti valgono per qualsiasi lavoratore domestico - a fare una vertenza al proprio datore di lavoro, e soprattutto come evitarla.

Cerchi una figura domestica come Badante, Colf, Babysitter?
Trovala subito su DoEmploy

Motivi di una vertenza da parte di una badante, o altro collaboratore domestico

I motivi più diffusi per i quali la badante può ricorrere a una vertenza sindacale sono i seguenti:

  • mancato pagamento dello stipendio

  • stipendio minore di quello che è stabilito nel contratto

  • stipendio che non corrisponde a quanto previsto dalle tabelle retributive del CCNL attuale

  • mancato pagamento dei benefici contrattuali come ferie o malattia

  • mancato pagamento dei contributi

  • mancato pagamento della tredicesima

  • mancato pagamento del T.F.R

  • mancato rispetto dei periodi di riposo

Se sussiste anche una sola di queste condizioni "irregolari" la badante può fare vertenza al proprio datore di lavoro.

Una vertenza comporta dunque dei costi, perché il datore di lavoro dovrà saldare il dovuto arretrato, che rischia di diventare una cifra spropositata se il rapporto di lavoro non è stato garantito a dovere per diverso tempo.

Negli ultimi anni le vertenze sono aumentate in una percentuale che va dal 30 al 50%: segno che spesso vi è poca trasparenza nel rapporto tra il datore di lavoro e il proprio dipendente.

Ci sono notizie allarmanti in tal senso, come il caso eclatante in cui sono state decine le badanti che hanno fatto vertenza per ferie e riposi non goduti, in uno stesso territorio.

Che fare a quel punto, se non pagare tutti gli arretrati, che ammonteranno a cifre considerevoli. Spesso una famiglia non sarà in grado di pagare tutto il dovuto, e vi sarà il rischio del ricorso in tribunale da parte della badante.

Vi è anche il segnale che spesso, in buona fede, si tralasciano i pagamenti dovuti, si paga meno il proprio collaboratore domestico oppure non gli si riconoscono i benefici a cui avrebbe diritto.

Se sei un datore di lavoro, sei sicuro di pagare la tua badante il giusto? Sai elaborare una busta paga che rispetti il CCNL attuale, per lavoro domestico?

DoEmploy Busta Paga Domestico: per fare i calcoli giusti ed evitare vertenze

Noi di DoEmploy siamo sempre stati dalla parte di chi offre lavoro, e di chi lo cerca.

Generare una busta paga per la propria badante (o altro collaboratore domestico) al fine di avere un chiaro prospetto del rapporto lavorativo, non è facile.

Se vuoi avere subito una idea dello stipendio che dovrebbe ricevere la tua badante (comprensivo di contributi e trattenute) puoi usare il nostro strumento di calcolo online della busta paga.

Ti basterà inserire il tipo di contratto (es. convivente/non convivente), il livello di inquadramento, le ore settimanali previste per il lavoro.

Lo strumento di calcolo ti darà subito una idea del costo da sostenere, con incluso per il datore di lavoro i pagamenti aggiuntivi come il t.f.r, la tredicesima, i contributi e la Cas.sa Colf (più eventuali indennità in base al livello di inquadramento).

Siamo andati ben oltre questa "semplice" stima, con la creazione della app DoEmploy: Busta Paga Domestico che ti permette di gestire sotto ogni aspetto il rapporto di lavoro con la tua badante o altro tipo di collaboratore dimestico.

Creare buste paga con la nostra applicazione è facile e immediato, e calcoli complessi saranno effettuati per te in pochi istanti:

  • Contributi

  • Trattenute

  • Indennità

  • Giorni effettivamente lavorati

  • Straordinari

  • Ferie

  • Festività

  • Malattia

  • Congedo maternità

  • Tredicesima

  • T.F.R

Abbiamo ideato questa applicazione con l'idea che possa essere utilizzata da tutti, dai datori di lavori e dai collaboratori domestici, per ottenere sempre una visione chiara e condivisa del rapporto di collaborazione.

Pertanto, è davvero semplice da utilizzare, e le buste paga generate possono essere esportate comodamente in pdf.

Per iniziare, scarica la applicazione da Google Play o App Store (in base al tipo di cellulare che stai utilizzando).

Potrai subito inserire i tuoi dati e quelli del o della dipendente, in pochi clic: data di assunzione, ruolo, tipo di inquadramento, turni di lavoro (fissi o variabili).

Generare la busta paga sarà automatico e semplice: in pochi minuti avrai un prospetto di busta paga da poter condividere con il tuo collaboratore domestico.

In questo modo, la possibilità di una vertenza da parte della tua badante, colf, babysitter o altro assistente domiciliare si farà sempre più remota, perché il rapporto di lavoro sarà reso più trasparente, a tutela tua e del tuo o della tua dipendente domestico/a.

Inizia la tua esperienza con DoEmploy

Per prima cosa - hai già trovato o assunto un collaboratore domestico?

Leggi altri articoli