Babysitter: come scrivere un annuncio di lavoro
Babysitter: come scrivere un annuncio di lavoro
DoEmploy
26 agosto 2022

Babysitter: come scrivere un annuncio di lavoro

Vuoi cercare lavoro come babysitter, e non sai come presentarti al meglio?

Se vuoi pubblicare un annuncio online è fondamentale che sia corretto da un punto di vista linguistico e formale, e che dia in poche righe informazioni importanti.

Cerchi un lavoro domestico come badante, colf, babysitter?
Trovalo subito su DoEmploy

Oggi il lavoro della babysitter è assai diffuso, perché conciliabile a volte con gli impegni di ragazze o ragazzi che ancora studiano (ebbene sì, anche un maschio può svolgere egregiamente questo ruolo anche se tale figura è meno popolare soprattutto per i bambini più piccoli) ed è molto richiesto da tante famiglie in cui gli impegni lavoratori dei genitori impongono la ricerca di un aiuto esterno.

Se non ci sono i nonni o zii a dare una mano, il ricorso a una babysitter diventa una pratica obbligata.

Come scrivere quindi un annuncio di lavoro per babysitter?

In linea generale, un annuncio di lavoro per babysitter deve evidenziare le tue maggiori capacità.

Può essere che si tratti del tuo primo annuncio, in tal caso devi mettere in evidenza una grande voglia di lavorare con i bambini, e di essere flessibile e paziente. Magari hai dei fratelli o sorelle più piccoli di cui ti sei occupata, questo presume che tu abbia già esperienza anche se non hai ricevuto compensi per questo.

Se sei già una babysitter, dovrai evidenziare che hai già lavorato in questo ambito, possibilmente dicendo che hai la possibilità di fornire referenze dimostrabili. Questo, insieme ad aspetti di serietà, puntualità ed entusiasmo che non possono mai mancare in una babysitter, il cui ruolo può essere diverso da quello di tata.

Rimane poi importante nell'annuncio specificare la disponibilità oraria, se si o meno automuniti, eventuali lingue parlate oltre l'italiano.

Si può anche specificare se si è disponibili nell'aiuto compiti e in questo caso, si deve specificare il livello scolastico (es. elementari, medie).

Per quanto riguarda il prezzo, se sei alla prima esperienza è meglio discuterne direttamente con chi ti contatterà.

Se hai già esperienza, puoi indicare una cifra che potrà essere eventualmente discussa con il tuo datore di lavoro, se le tue mansioni dovessero essere ridotte o aumentate.

Ecco un esempio di annuncio per babysitter con esperienza, diamo all'annuncio anche un titolo:

Babysitter automunita con esperienza, disponibile lungo orario e aiuto compiti

Sono Simona laureata/laureanda in scienze della formazione con esperienza nell'accudimento di bambini dai 2 ai 12 anni (referenze dimostrabili) e cerco lavoro come baby sitter a Milano. Posseggo automobile e posso accompagnare e riprendere i bambini a scuola e nelle loro attività.

Sono in grado di fornire aiuto nei compiti in ogni materia, per elementari e medie.

Sono disponibile dalle ore 13 alle ore 19 nei giorni feriali, posso eventualmente dare la mia disponibilità anche nei giorni festivi previo accordo.

Sono paziente, seria, puntuale e sono madrelingua inglese.

Come vedi, abbiamo dato le informazioni essenziali, dandone anche una (madrelingua inglese) che può essere di incentivo al messaggio, visto che molte famiglie desiderano che i loro figli imparino una seconda lingua fin da piccoli.

Vediamo l'annuncio per una babysitter senza esperienza.

Babysitter automunita, disponibile lungo orario e aiuto compiti

Sono Francesca e ho 24 anni. Sono laureata in lettere moderne e cerco lavoro come babysitter a Roma.

Sono automunita e sono disponibile dal lunedì al venerdì dalle 13 alle ore 20.

Posso quindi riprendere i bambini da scuola e accompagnarli nelle loro varie attività.

Offro massima professionalità e posso aiutare i bambini nei compiti (scuole elementari, medie, anche biennio superiori).

Disponibile anche a occuparmi dei pasti, sia a pranzo che a cena.

Sono sempre stata a contatto con dei bambini, avendo dei fratelli minori che ho accudito quando erano più piccoli, e ho esperienza di volontariato presso centri di bambini che presentavano disabilità.

Se non sei una studentessa, puoi anche iniziare l’annuncio scrivendo il tuo nome, specificando in caso anche l'età.

Puoi ovviamente aggiungere altre caratteristiche legate al mondo dell'infanzia, ad esempio se hai fatto un corso che insegna manovre anti soffocamento, oppure hai fatto volontariato con bambini che presentavano difficoltà, come abbiamo inserito noi nel secondo annuncio.

Concludendo, consigliamo sempre di specificare nell'annuncio la effettiva disponibilità e non essere vaghe su questo aspetto, ma di sottolineare sempre gli orari e i giorni in cui si potrà fornire il proprio servizio di babysitter.

Leggi altri articoli

Pubblica un'offerta di lavoro

DoEmploy

La nostra missione è quella di cambiare il mercato del lavoro domestico per soddisfare al meglio le esigenze dei collaboratori e dei datori di lavoro.

Menu

Trova collaboratori
Trova lavoro
Blog
Chi Siamo

Contatti

contact@doemploy.app

Social

2022 © Domestic Employment LTD. All rights Reserved